Huawei presenta la soluzione di ultima generazione anti DDoS

Huawei ha presentato la sua ultima soluzione anti DDoS al CeBIT 2015 di Hannover. La soluzione facilita la prevenzione di attacchi DDoS, migliorando la sicurezza e la competitività delle imprese in Europa. Insieme a Black Lotus, il managed security service provider (MSSP) leader negli Stati Uniti, Huawei ha annunciato nuovi servizi fruibili attraverso il suo DDoS cloud scrubbing center di Amsterdam, la prima infrastruttura di questo tipo in Europa.

Edwin Diender, Chief Technology Officer del Dipartimento Sales Switch & Enterprise Communications Solution di Huawei, ha affermato che l’impatto degli attacchi DDoS sulle imprese è aumentato nell’era del cloud computing, dell’Internet mobile e dell’Internet of Things. Diender ha aggiunto: “Imprese, operatori di rete e ISP (Internet service provider) si stanno preoccupando in maniera sempre maggiore degli attacchi DDoS, e sottolineano l’impellente necessità di adottare soluzioni anti-DDoS che offrano una protezione dedicata ed efficace, e aiutino a mantenere i network sicuri. La soluzione di ultima generazione anti-DDoS Huawei non solo fornisce un’accurata protezione, ma implementa anche servizi in partnership con i MSSP che forniscono supporto in materia di sicurezza”.

Durante la conferenza stampa, Huawei e Black Lotus hanno annunciato l’apertura dell’European DDoS cloud scrubbing center che offre alle due aziende la possibilità di offrire servizi di traffic cleaning ai clienti europei.

Frank Ip, Vice Presidente di Black Lotus, ha commentato: “Siamo fieri di confermare che lo scrubbing center realizzato ad Amsterdam da Black Lotus è in grado di offrire protezione da 160G di traffico DDoS agli operatori europei. Black Lotus ha fondato numerosi DDoS scrubbing center in tutto il mondo, fornendo una protezione totale pari a 1.4 Tbit al secondo prevenendo milioni di attacchi DDoS. Black Lotus ha avviato la partnership con Huawei per offrire servizi ibridi di DDoS mitigation in Europa, con lo scopo di creare un network più sicuro attraverso la collaborazione con i partner di settore”.

La Next Generation Anti-DDoS Solution di Huawei utilizza tecnologie big data per creare modelli di traffico in più di 60 dimensioni allo scopo di prevenire centinaia di attacchi DDoS, senza bloccare erroneamente le legittime richieste di accesso. Le potenti e apprezzate tecnologie IP di Huawei possono identificare con precisione gli “zombie host” e allo stesso tempo migliorare l’esperienza di accesso a internet dell’utente. La soluzione anti-DDoS di Huawei fornisce inoltre un portale operativo e un’interfaccia standard in grado di connettersi a portali operativi di terze parti, supportando le operazioni di sicurezza degli MSSP.

Un network sicuro richiede una collaborazione efficace tra security vendor, service provider e consumatori finali. La cooperazione tra Huawei and Black Lotus sul DDoS cloud scrubbing segna l’inizio delle partnership di Huawei con gli MSSP per creare network più sicuri. Huawei è entusiasta di lavorare con un numero crescente di ISP e operatori del settore per sviluppare un ecosistema di servizi di cloud scrubbing. Ancor prima dell’apertura del cloud scrubbing center di Amsterdam, i prodotti anti-DDoS di Huawei sono stati impiegati da numerosi ISP in Europa, offrendo protezione professionale anti-DDoS ad aziende come The Netherland’s NBIP, Serverius e Byte. Huawei si augura che, grazie alla partnership sui servizi di cloud scrubbing con gli MSSP, sempre più clienti europei possano beneficiare dei suoi servizi anti-DDoS.