[REVIEW] Bastion

Supergiant Games porta Bastion finalmente su PlayStation 4, dopo l’approdo di Transistor qualche mese fa. Sarà riuscita la piccola casa di sviluppo a migliorare quanto già visto su PC e altre console, sfruttando il nuovo hardware next-gen? Scopriamolo insieme in queste nostra recensione.

Storia

Un evento catastrofico, noto come La Calamità, ha spazzato via l’intero mondo di Kid, un giovane ragazzo armato di un martello che si risveglia tra le macerie del Bastion dopo la catastrofe. Il giovane Kid si renderà conto ben presto che il nuovo mondo è abitato da terribili creature, decisamente poco amichevoli, che faranno di tutto per impedirgli la ricostruzione del Bastion.

Bastion

Sarà questo, infatti, il nostro obiettivo: ricostruire il Bastion per far fiorire di nuovo la civiltà, laddove le forze nemiche hanno seminato terrore e distruzione. Per farlo dovremo raccogliere dei cristalli, che ci consentiranno di creare nuovi edifici e potenziare le abilità e l’arsenale di Kid. Aiutati dai vari personaggi che incontreremo durante il nostro percorso, e che racconteranno ognuno la propria storia e le proprie memorie della catastrofe, il Bastion dovrà risorgere, e continuare a vivere.

Gameplay

L’avventura puramente single-player di Bastion ci offre tante ore di divertimento grazie ad un gameplay davvero congeniale e mai frustante. Certo, avremo bisogno di familiarizzare con l’ambiente con le abilità di schivata e scivolata prima di smettere di cadere da ogni sporgenza, ma non ci vorrà molto.

Bastion

Avremo a disposizione diverse armi, che potranno essere trovate in giro per i vari livelli di gioco e potenziate con l’aiuto di diversi materiali. Avremo per esempio a disposizione un enorme martello con cui schiacciare i nostri nemici, oppure una katana per farli a fettine. Non mancheranno nemmeno le armi da lancio, saremo dotati infatti di una lancia, di un arco con frecce ma anche di doppie pistole e fucili a pompa.

Il buon numero di armi è dovuto principalmente al fatto che durante il gioco incontreremo numerose tipologie di nemici. Saranno poche le volte, infatti, in cui potremo approcciare i nemici nel medesimo modo. Nei primi livelli potremo utilizzare una tecnica più blanda, mentre con l’avanzare della difficoltà sarà necessario essere sempre più attenti ed avere una tattica per ogni nemico che ci si parerà di fronte.

Bastion

Come detto in precedenza, il nostro compito sarà quello di ricostruire il Bastion raccogliendo cristalli e creando edifici. Ogni nuova struttura ci darà la possibilità di potenziare in qualche modo il nostro amato Kid. Potremo infatti assegnargli degli elisir per fornirgli nuove abilità, acquistare e potenziare le armi, oppure ri-acquistare gli oggetti non raccolti nei livelli affrontati in precedenza grazie al negozio degli oggetti smarriti.

Bastion

Avremo anche la possibilità di attivare alcuni modificatori che aumenteranno la difficoltà di gioco, grazie al tempio degli idoli. Idoli che potranno essere raccolti come ogni altro elemento nel corso dei vari livelli, oppure acquistati al negozio degli oggetti smarriti. Inoltre, alcuni personaggi che incontreremo durante la nostra avventura ci forniranno nuovi livelli di sfida, che se portati a termine ci garantiranno nuovi potenziamenti e nuove armi.

Durante la nostra avventura saremo perennemente accompagnati da un Narratore, che racconterà le vicende in real-time. Sebbene all’inizio possa sembrare divertente e spiritoso, dopo un po’ di ore di gioco però ci si accorge che poter affrontare un livello con un po’ di silenzio e senza battutine trite e ritrite sarebbe stato bello.

Bastion

Comparto tecnico

Bastion, si dalle prime versioni del gioco, ha sempre saputo regalare degli scorci mozzafiato, nonostante la grafica in stile fumetto che caratterizza l’intera produzione. Nulla da dire in quanto a fluidità, il gioco già perfettamente a 1080p e 60fps su PlayStation 4, proprio come su PC con dettagli grafici alti.

Bastion

La soundtrack che accompagna la nostra avventura è semplicemente fantastica, un po’ meno il Narratore, che se fosse stato doppiato in italiano, magari sarebbe risultato un po’ più di compagnia.

Considerazioni finali

[average_score]Bastion è il capolavoro di sempre, il piccolo gioiello di Supergiant Games si riconferma anche su PlayStation 4 (e presto su PlayStation Vita) come uno dei titoli indie da provare assolutamente, senza ombra di dubbio. La progressione del personaggio è ben congegnata e le sfide proposte anche dopo la fine della trama principale lo rendono un’ottimo passatempo per gli amanti dello “score perfetto” e per chi ama collezionare trofei di Platino.

[gioco nome=”Bastion” cover=”http://i.imgur.com/4bGQizU.jpg” data=”8 aprile 2015″ genere=”Azione, Gioco di ruolo” dev=”Supergiant Games” pub=”Warner Bros.” plat=”PS4, PC, Xbox 360, Mobile” buy=”http://www.amazon.it/ref=as_li_ss_tl?_encoding=UTF8&camp=3370&creative=24114&linkCode=ur2&tag=r27it-21″]