[REVIEW] Not a Hero

Not a Hero

Roll7, sviluppatore di OlliOlli, porta su PC Steam il suo nuovo sparatutto platform, incentrato sulla storia di una campagna elettorale e con forti elementi umoristici e ironici. Come se la sarà cavata questa nuova creazione indie? Scopriamolo insieme in questa nostra recensione!

Storia

È tempo di elezioni e l’eccentrico BunnyLord è disposto a tutto pur di vincerle e, a suo modo, salvare il mondo. Questo candidato sindaco, tuttavia, non è tra i più amati dai cittadini e il suo odio per le religioni, i bambini e gli handicappati sono solo alcune delle ragioni per cui non dovrebbe mai essere eletto. Ma si sa, in politica bisogna giocare sporco, quindi perché non assumere un sicario per eliminare i criminali e apparire candidi agli occhi della gente? Sempre meglio che fare promesse che non verranno mai mantenute, no?

Not a Hero 4

In Not a Hero noi impersoneremo Steve, il sicario ingaggiato da Bunnylord per ripulire le strade e portare avanti la campagna elettorale. Come suggerisce il titolo, durante la nostra avventura compiremo molti gesti non propriamente eroici, lasciando un incredibile scia di sangue dietro di noi, anche nel caso in cui avremmo dovuto soltanto attaccare qualche manifesto.

La storia è colma di elementi umoristici e ironici, che se in alcune situazioni riescono effettivamente a strappare un sorriso, in molte altre falliscono miseramente.

Gameplay

Not a Hero è uno sparatutto platform con un buon sistema di coperture. Il nostro compito sarà essenzialmente quello di andare a destra e a sinistra ripulendo le stanze dai criminali e portando a termine alcuni incarichi. Il sistema di coperture funziona abbastanza bene, il nostro personaggio si nasconderà automaticamente alla pressione dell’apposito tasto passando vicino ad una copertura, mentre potremo sparare ai nemici ed utilizzare lo stesso tasto per uscire allo scoperto e completare la nostra carneficina. Quando saremo coperti, l’unica possibile minaccia che dovremo affrontare sarà quella di un nemico temerario che proverà l’attacco corpo a corpo.

Not a Hero 1

La scivolata, inoltre, ci consentirà di schivare le pallottole e avvicinarci più rapidamente ai nostri nemici, per piazzargli ovviamente una pallottola nel cervello. Il gameplay è quasi sempre fluido e divertente, anche se alla lunga (molto alla lunga) l’assenza di altre variabili potrebbe portare il giocatore a provare un senso di noia e deja-vu.

L’approccio migliore, tuttavia, sarà quello tattico. Spianare le armi e affrontare i nemici a viso aperto potrebbe condurci ad una rapida morte, nonostante la nostra vita si ricarichi con discreta velocità. Osservare la conformazione del livello, la posizione dei nemici e quella delle coperture ci aiuterà a completare il modo eccellente il livello, creando sempre nuove tattiche per ogni stanza.

Not a Hero 2

Il gioco è composto da 21 livelli più 3 bonus che verranno sbloccati a determinate condizioni. Ogni livello sarà relativamente corto e avrà sempre lo scopo di eliminare i nemici giurati di BunnyLord, tuttavia la ridotta grandezza della mappa riesce a prevenire la frustrazione di dover rigiocare tutto il livello nel caso in cui i nemici, man mano sempre più forti, riuscissero ad ucciderci (anche in un sol colpo).

In aggiunta alle missioni principali, avremo anche una serie di Sfide da affrontare attraverso i livelli della storia. Dovremo per esempio trovare un oggetto nascosto in un determinato livello, oppure eliminare un determinato numero di nemici senza mai essere colpiti, oppure completare un intero livello utilizzando solo un numero predefinito di proiettili. Sebbene completare queste sfide non richieda particolari abilità, avremo il nostro bel da fare se vorremo completare il gioco al 100%.

Not a Hero 7

Considerazioni finali

7.5
Not a Hero è un ottimo sparatutto platform, con un grafica davvero deliziosa. L’ottimo sistema di coperture e le varie sfide contribuiscono ad arricchire un gameplay già solido di suo. Il numero esiguo di livelli, tuttavia, ci consentirà di terminare la storia principale in poche ore, lasciandoci solo il compito di sbloccare altri personaggi e collezionabili. Il divertimento non manca di certo, ma l’umorismo molto spesso troppo forzato è un elemento di cui avremmo fatto volentieri a meno. Tuttavia, Not a Hero è un gioco che vi consigliamo vivamente di provare. E ricordate…votate per BunnyLord!